La storia del Club di Karate più titolato al mondo

35.00

Claudio Culasso

Formato: 240 x 300 cm
Pagine: 432
Allestimento: Filorefe
Illustrato fotografico a colori
Stampa a colori
Pubblicato nel 2022

Descrizione

Claudio Culasso, prima atleta e poi direttore tecnico del karate Fiamme Gialle, stella d’argento al merito sportivo del CONI, ha voluto fortemente la realizzazione di questo libro-testimonianza allo scopo di non far perdere traccia della gloriosa storia del Karate Fiamme Gialle, il gruppo sportivo che con i suoi campioni, ha vinto, in quarant’anni di attività (1975-2015), numerosissimi titoli nazionali ed internazionali in entrambe le specialità (kata e kumite), tanto da essere considerato tra i club più vincenti al mondo all time. Tra i suoi atleti più noti e titolati annovera ben cinque campioni del mondo individuali e a squadre, ossia Davide Benetello, Luca Valdesi, Lucio Maurino, Giuseppe Di Domenico e Stefano Maniscalco. Gli atleti delle Fiamme Gialle hanno vinto, nel tempo, 10 titoli mondiali e addirittura 42 titoli europei, un palmarès straordinario ed ineguagliabile.
Tante vittorie e onorificenze non hanno tuttavia collocato Culasso tra le vecchie glorie, perché ogni giorno il Maestro continua ad indossare il suo kimono e insegna con immenso e immutato piacere ai suoi giovani e giovanissimi allievi della sua società d’origine, la gloriosa Erakles, da lui rifondata in onore del Maestro Teotonico, scomparso qualche anno fa. Il karate, insomma, per Culasso, è la passione di una vita, un’autentica categoria dello spirito, e, crediamo, non se ne discosterà mai. La storia del Karate Fiamme Gialle non finisce con Culasso. Il suo sogno, quello di una medaglia olimpica a un atleta gialloverde, è vivo più che mai, ora che il karate alle Olimpiadi è finalmente diventato realtà a Tokyo 2020, e ha visto i successi di Luigi Busà nel kumite (medaglia d’oro) e di Viviana Bottaro nei kata (medaglia di bronzo) e che si è finalmente concretizzato il tanto auspicato ritorno del Karate Fiamme Gialle in prima linea, assieme ad altri già affermati Gruppi Sportivi “in divisa”. La speranza è che dopo Parigi 2024 il karate possa rientrare in pianta stabile tra le discipline del programma olimpico.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “La storia del Club di Karate più titolato al mondo”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *